Le Alpi Marittime

PARCO DELLE MARITTIME: TERRA DI MERAVIGLIE
Laghi, camosci e una rete di strade e mulattiere in quota ineguagliabile

Trail alpi marittime

Le Alpi Marittime, estremo lembo meridionale della catena alpina, dividono la pianura piemontese dalla costa mediterranea e sono comprese tra due valichi molto frequentati fin dall’antichità: il Colle di Tenda e il Colle della Maddalena.
La bellezza delle montagne, la ricchezza di camosci, di trote e di una splendida vegetazione sono all’origine dell’istituzione nel 1857 della Reale Riserva di caccia.

Vittorio Emanuele II e i suoi successori fecero costruire in alta Valle Gesso alcune residenze e una grande quantità di mulattiere per raggiungere le postazioni di caccia, verso le quali centinaia di uomini in battuta dirigevano i camosci. La rete viaria della valle, dal 1931, con l’avvio della realizzazione del Vallo Alpino fu estesa, migliorata, in alcuni casi, adeguata ad essere percorsa da mezzi motorizzati, per approvvigionare di armi, munizioni e viveri le postazioni militari in quota.
L’esempio più stupefacente è la rotabile d’alta quota che unisce i laghi di Valscura, del Claus e di Fremamorta con lunghi tratti lastricati che permettono di superare tormentati ammassi di blocchi e di sfasciumi. Una superficie perfettamente modellata, integra a un secolo dalla sua costruzione. Percorso spettacolare e ideale per gli escursionisti e gli appassionati di corsa in montagna.

Da circa un quarto di secolo entrambi i versanti delle Marittime sono sottoposti a protezione: sul lato italiano, all’inizio degli anni Ottanta è stato creato il Parco regionale dell’Argentera, poi diventato delle Alpi Marittime; su quello francese si estende il Parco nazionale del Mercantour, famoso in tutto il mondo per la Valle delle Meraviglie, sito che ospita migliaia di incisioni rupestri.
Marittime e Mercantour formano nel loro insieme un’area protetta di oltre 100 mila ettari che può fregiarsi del titolo di primo Parco naturale europeo e che è candidato a essere inserita tra i beni del patrimonio mondiale dell’umanità dell’Unesco.
Le attrattive delle Marittime sono legate soprattutto alla ricchezza della flora, una delle più ricche al mondo, e della fauna.

L’animale più facilmente osservabile è il camoscio; nel Parco ne vivono oltre 4500 esemplari. Lo stambecco, reintrodotto per volere di Vittorio Emanuele II, conta circa 700 capi. L’avifauna comprende quasi tutte le specie tipiche dell’arco alpino occidentale, dal gallo forcello alla pernice bianca; sono presenti sette coppie di aquila reale e non mancano altre specie di rapaci, tra cui il gipeto, che è ricomparso grazie ad un progetto europeo di reintroduzione. Spontaneo è stato invece il ritorno di un predatore sottoposto per secoli a terribili persecuzioni, il lupo.
Animali a rischio di estinzione, piante rarissime – come la celebre sassifraga dell’Argentera – panorami mozzafiato, strade d’alta quota, vette di granito che si elevano oltre i tremila metri, ottanta e più laghi: meraviglie di Marittime!

Scarica il depliant UN PARCO DA RE

Sponsor

Comune Valdieri Il Podio Buzzi Unicem Banca di Caraglio Naturaid Fuji Auto

Partners

Parco naturale Alpi Marittime Valle Gesso Sport trail-running.it fidal piemonte Helix Centro Medico Sportivo /wp-content/uploads/2014/08/debora.jpg SD Dragonero Helimonviso Rifugio Valasco

Contatti

  • info@trailalpimarittime.it
  • +39 0171 97175
  • +39 335 6948867
  • ASD Valle Gesso Sport - Piazza Regna Elena, 18 - Valdieri - 02925470045
Developed by
Copyright © 2014 Leonardo Tec S.n.c.